IL DISASTRO AEREO DEL 26 GIUGNO 1959 A OLGIATE OLONA

 

Il progetto didattico nella scuola “Dante Alighieri” di Olgiate Olona

 

 

Olgiate Olona, 26 giugno 1959 - Progetto didattico

Per dare continuità e lungimiranza alla memoria del 26 giugno 1959 nel 2010 è stato avviato, grazie all’intuizione di Alberto Colombo condivisa dall’Istituto comprensivo Beato Contardo Ferrini e sostenuta fattivamente dall’Amministrazione comunale di Olgiate Olona, un progetto didattico per gli alunni di terza della scuola secondaria di primo grado Dante Alighieri così articolato: in classe conversazione multimediale che ripercorre fatto storico ed eventi commemorativi, dialogo con gli alunni, proiezione del video del brano musicale Olgiate Olona, 26 Giugno 1959 di Nicola Puddu; segue la produzione di un elaborato scritto in lingua italiana. I testi in poesia e prosa, pervenuti anonimi, vengono selezionati e valutati da una giuria esterna alla scuola; gli elaborati più meritevoli - che meglio rispecchiano fatto storico ed eventi commemorativi - sono premiati alla commemorazione del 26 giugno. A motivo della loro eccezionalità, alcuni elaborati hanno ottenuto un Premio speciale offerto a titolo personale da Alberto Colombo previa autorizzazione del sindaco di Olgiate Olona.

 

 

anno scolastico:    2017/18 | 2016/17 | 2015/16 | 2014/15 | 2013/14 | 2012/13 | 2011/12 | 2010/11 | 2009/10

 

 

Commemorazione del 26 giugno 2018 - Silvia Gallazzi, prima classificata


Commemorazione del 26 giugno 2018 - Margherita Gennaro, seconda classificata


Commemorazione del 26 giugno 2018 - Alice Piattoni, terza classificata

Elaborati premiati anno scolastico 2017-2018

 

Nel 2018 il progetto didattico memoria del disastro aereo ha coinvolto tutti e 103 gli alunni di terza media della scuola secondaria di primo grado Dante Alighieri. Seguono gli elaborati degli alunni premiati in occasione della commemorazione del 26 giugno 2018.

 

 

Al primo posto la poesia Stelle che illuminano la notte di SILVIA GALLAZZI:

 

Stelle che illuminano la notte

 

70 cuori
70 anime,
70 stelle che illuminano la notte
70 mazzi di fiori, che ora giacciono sui vostri cuori,
infiniti sogni, che ancora aspettano di essere realizzati,
una fatalità,
un luogo,
che per tutti voi era insignificante,
divenuto una casa dove trovare lacrime che consolano
e preghiere che addolciscono anime,
fu un volo pieno di speranze,
fu un minuto pieno di paura,
furono così tanti pensieri in un solo attimo...
Ma noi non dimenticheremo,
il dì fatale, dopo non fu più tale.

 

Al secondo posto la poesia 70 vite in cielo riunite di MARGHERITA GENNARO:

 

70 vite in cielo riunite

 

Era una delle 70 vite
che in cielo si sono riunite.
Era un bambino
e non sapeva che il Paradiso fosse così vicino.
Era un papà
e sperava non sfiorisse così la sua felicità.
Era un pilota
che volava verso la meta ignota.
Erano giovani o anziani
privati del loro domani.
Io sono una ragazza che desidera pregare
per chi quel giorno è venuto a mancare.
La storia non si può cambiare,
ma non si può dimenticare,
per dare a queste anime
una vita immortale.

 

Al terzo posto la poesia Mary di ALICE PIATTONI:

 

Mary

 

Il mio volo non è finito,
anzi è appena iniziato.
Mi hanno detto:
«Mary stai attenta e non preoccuparti,
noi saremo lì ad aspettarti».
Ad aspettare tutti c’era, invece
un altro destino
che ha fatto fermare il mio cuoricino.
Settanta vite tra le quali la mia,
ma è troppo presto e non voglio andare via.
Si è fermato il mio cuore
con un grande rumore...
Ora volo lo stesso
e sono leggera,
vado verso la luce
anche se è sera.
Quella luce è l’amore eterno.
E veglierò su tutti,
che sia primavera, estate, autunno o inverno.

 

Elaborati quarto posto pari merito